Pagine

giovedì 15 agosto 2013




LA MIA GITA IN SILA

Ieri siamo partiti tutta la famiglia (quasi tutta) insieme a degli amici per fare una gita in Sila.



Al mare faceva un caldo infernale, invece in montagna abbiamo trovato una meravigliosa frescura tanto da pensare di trasferirci per qualche giorno nella nostra casetta al Villaggio Biancaneve.



 
Ritorno sempre volentieri in quella casa dove trascorrevamo con i bimbi piccoli parte dell'estate, sono ricordi bellissimi perché trascorsi in compagnia di amici , di tanti amici ,e con tutti quelli del villaggio  con i quali si era creata una fantastica armonia.


Il mio albero delle farfalle era l'invidia del villaggio, d'estate decine di farfalle coloratissime si poggiavano sui fiori  ed era uno spettacolo di una indicibile bellezza.

Facevamo tante camminate nei percorsi della forestale,  andavamo a raccogliere funghi, si organizzavano tante cenette tutti insieme nell'anfiteatro del villaggio che era stato costruito apposta per questi incontri collettivi.

Ognuno preparava una specialità , si cenava insieme e poi si ballava fino a tardi. 

Crescendo i ragazzi hanno preferito il mare , quindi in Sila ci torniamo per qualche giorno in estate , per festeggiare il Capodanno o in inverno se i ragazzi decidono di andare a sciare.

Ieri abbiamo fatto una passeggiata a Villaggio Mancuso che è un posto fantastico, un posto che odora di favole.

Visita obbligatoria al  "grand Hotel delle fate" , una struttura bellissima , tutta in legno in perfetta sintonia con l'ambiente circostante, l'albergo era il vanto della nostra Sila , purtroppo come tutte le cose belle da anni è stato abbandonato per fare posto a delle orribili costruzioni in cemento .

Tutt'intorno all'albergo  ci sono  delle casette in legno che per fortuna i privati stanno ristrutturando riportando la zona all'antico splendore



Una delle chiesette del villaggio



Un'altra meraviglia della nostra Sila è il Parco Nazionale che comprende 74000 ettari di aree protette, salvaguardando una ricchissima biodiversità, un patrimonio ambientale di immenso valore, una molteplicità di boschi, laghi, sentieri, nel verde di una montagna ancora incontaminata

l'uccellino in posa per la foto


il bambi in attesa della briciolina



l'immensità e la bellezza dei boschi e dei laghi


 l'agriturismo sul Lago passante

 migliaia di ortenzie di vari colori
 
 

i percorsi segnati dalla Forestale


il giardino delle piante aromatiche e officinali
 



 il museo



le voliere






 
Vi ho fatto vedere solo una piccolissima parte delle bellezze delle nostre montagne sconosciute a molti purtroppo anche calabresi questa è una parte della Sila Catanzarese, chiamata  Sila piccola, ma c'è anche la Sila grande ,  la Cosentina della quale vi parlerò in un altro post.
 
Spero con le mie foto di avervi invogliato a fare una visita alle nostre montagne, ai nostri laghi alle meravigliose bellezze della Calabria.