Pagine

mercoledì 25 aprile 2012

RAGAZZI MODERNI O PER MEGLIO DIRE MAMME DI OGGI

Ieri ho partecipato ad una discussione tra giovani colleghe,non che io mi senta vecchia, diciamo che ho qualche anno in più, l 'argomento era il caro vita, i prezzi che sono in continuo aumento,la scuola ,i libri. la palestra,le lezioni di inglese,fin qui  perfettamente d'accordo, ormai gli stipendi non bastano piu, si arriva a stento a fine mese, ad un certo punto il discorso cade sulla festicciola per il compleanno del bambino, la collega disperata dice, vuoi vedere che non mi bastano 3000,00 euro?,allora io meravigliata chiedo,ma hai già un figlio di 18 anni?pensando  si trattasse di una festa per la maggiore età, comunque cifra non giustificabile lo stesso, no mi risponde il bambino ha 10 anni, ma sai bisogna pagare il locale, gli animatori, il buffet, sono più di 40 persone.in quel momento mi sono sentita veramente fuori posto, io ho 4 bellissimi figli, che sono stati cresciuti con tanti sacrifici e amore, non vi parlo di epoca preistorica ,parliamo di 15 anni fa, sicuramente i ragazzi sono cambiati, i tempi sono cambiati ci sono più esigenze ma sopratutto  è cambiata  la mentalità dei  genitori.Cosi sono andata indietro nel tempo e ho ricordato le festicciole dei miei figli, organizzate a casa, il buffet preparato da noi con l'aiuto anche dei nonni, gli animatori eravamo noi  genitori aiutati dai fratelli più grandi perchè nella festicciola era coinvolta tutta la famiglia, quindi la casa si trasformava, abbellita da festoni e palloncini che scoppiettavano dappertutto, i bambini si divertivano con i giochi di società, o altri  giochi tipo, nomi fiori città , c'è qualcuno che se lo ricorda? al vincitore andavano i regalini che erano le sorpresine dell'ovetto Kinder che io raccoglievo durante l'anno e conservavo in un grande sacco ,tipo sacco di Babbo Natale, loro erano felici e finita la festa era un rincorrersi per scambiarsi  le sorprese.Possibile che le cose sono cosi cambiate? potreste rispondere si perchè adesso lavoriamo entrambi, ma badate bene chi scrive lavorava , in verità lavoro ancora speriamo per poco , tutta la giornata e il padre dei ragazzi idem anzi lui trascorreva buona parte della settimana fuori, quindi come vedete le difficoltà li abbiamo avute eccome solo che forse si affrontava tutto con altro spirito,si sapeva rinunciare a tante cose . Forse mi sbaglio, sono sicuramente fuori dal tempo oppure non sono moderna?