Pagine

giovedì 2 agosto 2012

VITA D'UFFICIO LA MIA ESPERIENZA DI LAVORO

Oggi ho chiuso la mia esperienza lavorativa dopo 31 anni, adesso sono veramente passata dall'altra sponda, da quella dei vecchietti.

La mia vita lavorativa non è stata sempre facile ,ma in generale il lavoro  sopratutto per una donna non è molto facile, le donne sul lavoro sono sempre più penalizzate,solo per il fatto di essere donne.

Emarginazione, recriminazioni sono all'ordine del giorno, la vita d'ufficio diventa difficile perchè ci si sente demotivati, scontenti e lo sapete perchè, perchè al comando  ci sono persone che non sanno gestire il personale, la gestione del personale è una cosa difficilissima.

Secondo me un'azienda che si rispetta dovrebbe sottoporre le persone a delle sedute dallo psicologo che dovrebbe decidere se la persona è idonea a fare il capo o no.

La figura del capo o di chi conta in un ufficio dovrebbe essere rappresentata da una persona nobile, dolce, altruista e sopratutto intelligente.

Il capo dovrebbe aiutare i collaboratori a migliorarsi, dovrebbe sapere ascoltare,mediare le situazioni, prendere decisioni senza teatralità assumendosi tutte le responsabilità, conoscere le aspirazioni dei dipendenti, coinvolgere il proprio staff a prendere decisioni, motivarli , creare una squadra coesa, in cui ognuno abbia un ruolo e dei compiti definiti, precisi , dovrebbe sapere elogiare i dipendenti e premiarli fornendo loro opportunità di crescita personale, dedicarsi ai propi dipendenti incoraggiarli, saperli ascoltare, deve saper trattare con rispetto e dignità i propi dipendenti.

Questa è pura teoria(e chi sono io ? Babbo Natale?) ma in pratica?

 Gli ambienti di lavoro sono pieni di persone inqualificabili, gente vile ,egoista, cinica che trae vantaggio dal lavoro degli altri per poi sacrificarli quando questi non servono più.
Gente frustata che non riesce a comandare nemmeno a casa propria e si sfoga sul posto di lavoro "ricordatevi che sono io il capo" ha bisogno di ripeterselo giornalmente perchè non ci crede nemmeno lui.
Il mondo del lavoro è fatto da cortigiani attenti e servili, i cosidetti tappetini, che per poter arrivare al comando riescono a fare cose impensabili , e negli anni credetemi ne ho viste di tutti i colori e poi li chiamano "sesso forte".


Un consiglio ragazze? sul lavoro siate voi stesse, non scendete a compromessi,  non fatevi "mettere  la testa sotto i piedi", siate discrete , fate valere i vostri diritti   e sopratutto lavorate con impegno, vedrete che i riconoscimenti  prima o dopo arriveranno, per il vostro impegno e non perchè vi siete vendute al miglio offerente.
Siate  orgogliose di voi stesse, del vostro lavoro,del fatto di non dovere  dire grazie a nessuno ,dovete potervi guardare allo specchio e sorridervi e sopratutto dovete guardare negli occhi i vostri figli senza provare vergogna.

E BUONA FORTUNA A TUTTE