Pagine

venerdì 27 giugno 2014

I CAMPIONATI DEL MONDO VISTI DA ME

Devo premettere che capisco poco o niente di calcio ma avendo figli che seguono con grande interesse ho imparato ad accettare questo sport.

Non condivido assolutamente gli estremismi  cui porta il tifo sportivo, il calcio è comunque uno sport e si sa che non tutti possono vincere ,nello sport c'è chi vince e chi perde e ognuno dovrebbe accettarne le regole.

Il calcio dovrebbe essere considerato  una gioia, è naturale che bisogna fare dei sacrifici , ma è pur vero che questi sacrifici in questo caso particolare sono lautamente ricompensati.

Per questo problema da questi signori bisognerebbe pretendere il massimo e loro dovrebbero dare il massimo.

Io ho sempre seguito i mondiali, erano una gioia per la famiglia, eravamo tutti riuniti per incitare la nostra squadra.
Nei mondiali dell'82 l'irriducibile tifosa era la mia nonna con il cappellino in testa che urlava più di tutti noi, ma era un piacere vedere i giocatori correre , fare azioni, si vedeva l'impegno , la voglia di fare gol, la voglia di emergere.

Da allora le cose sono andate sempre più peggiorando come del resto in tutti i campi. I giocatori sono considerati come supereroi, sono super valutati, superpagati, super considerati, come se da loro dovesse dipendere il futuro    dell'Italia.

Ma non è certo  cosi , loro sono degli atleti , fortunati anzi superfortunati perchè riescono a fare un lavoro che a loro piace, ma  come in ogni lavoro ognuno deve fare il proprio dovere , deve dare il meglio di se .

Questi mondiali mi sono piaciuti per i colori, per l'entusiasmo di alcune squadre, per la gioia che sprizza dai volti di alcuni giocatori. Ho visto atleti ballare, correre sudare, sorridere, gioire.

Però ho anche visto undici pappagalli piumati, eleganti, con famiglia al seguito, distratti , qualcuno in campo sembrava di  troppo è come se non avesse capito il motivo per cui si trovava in campo.  

Una squadra veramente pietosa, non hanno fatto il benchè minimo sforzo .

Ho sentito delle scuse quanto mai idiote, il caldo? perchè gli altri avevano il ventilatore incorporato?

Questi sono come ragazzi viziati , coccolati che vogliono avere sempre ragione , che hanno sempre una scusa quando qualcosa va male , che sanno che possono fare quello che vogliono perchè comunque ci sarà sempre qualcuno che troverà per loro la pezza a colori, che ottengono sempre tutto.

E' successo altre volte che abbiamo perso un mondiale ma siamo stati fieri per quello che i giocatori  avevano fatto, abbiamo perso ma con onore, quest'anno è stato veramente una vergogna.

Con i ragazzi viziati ogni tanto va usato il bastone perchè la carota può essere indigesta.

Se un giocatore non va , non si trova ,fa i capricci come il bambino dell'asilo va tolto anche se durante il campionato ha fatto 500 gol, bisogna fare capire a questi signori che nessuno è indispensabile e come diceva un mio ex conoscente " di gente indispensabile sono pieni i cimiteri".