Pagine

mercoledì 20 giugno 2012

CAMBIO DI STAGIONE

Non so voi ma io ho sempre odiato fare il  cambio di stagione e i miei figli da piccoli erano terrorizzati perchè erano tutti chiamati a partecipare a questo evento.

Questo fatidico giorno veniva sempre rinviato  fino a quando  gli armadi non diventavano campi di battaglia,ognuno tirava giù ciò che gli serviva per cui si mischiava roba estiva e invernale,in giro per le stanze c'era di tutto dai costumi da bagno alle pelpe per i primi freddi, le giacche antipioggia, i grembiulini e tutti gli attrezzi che si iniziavano a comperare per l'inizio dell'anno scolastico.
Quando poi la cosa diventava insostenibile arrivava in aiuto la cavalleria,rappresentata da mia madre ,la nonna Toto.

Ci volevano due giorni interi per riuscire a mettere a posto tutto.Si iniziava col togliere le cose invernali e cominciavano le prime discussioni,"gli armadi sono pieni di cose che i tuoi figli non si sono mai messi" .

In effetti negli armadi si conservano indumenti che nessuno utilizza per anni, pero c'è sempre la speranza che qualcuno si ricordi di quella determinata maglietta o pantolone , chissà mai che qualcuno la riutilizzi..

Quindi si passava alla seconda fase "che facciamo la regaliamo tutta questa roba? ma per ogni oggetto si  tirava fuori una scusa," ti ricordi come stava bene la bambina con questa gonnellina?è meglio  tenerla per ricordo. " questo pantalone è troppo bello, di marca è probabile che l'anno prossimo qualcuno lo voglia indossare.
Altro anno stesso film di sempre, le cose restavano come prima, gli armadi trabboccanti solo messi in ordine.
La sera però si sotterrava l'ascia di guerra davanti  a una bella pizza o un bel piatto di  calzoni preparati dalla nonna.
Adesso la musica è cambiata, i miei figli sono fuori alcuni per studio altri per lavoro e quindi è rimasto solo un cambio di stagione da fare: il mio che non è per niente semplice considerato tutte quelle antichità messe da parte sempre per lo stesso motivo "e se tornano di moda"? Poi c'è la zona "quando ero magra", la "zona grasso è bello" ormai ho diviso l'armadio in reparti, perchè nello stesso anno ingrasso e dimagrisco con una facilità sorprendente (in verità più ingrasso che dimagrisco) e quindi ho l'abbigliamento bell'è pronto.
Certo ancora mi risuonano in mente le urla dei ragazzi, i rimproveri della nonna, tutta la confusione che regnava per la casa, tutti i letti pieni di roba,le risate dei ragazzi quando trovavano qualche cosa particolare "mamma ma come ci vestivi? un po di nostalgia ritorna, chissà i miei figli come ricordano quel periodo, forse per farglielo rivivere potrei andare a fare un po di ordine nei loro   armadi......
Che ne dite?....