Pagine

martedì 1 maggio 2012

SAUZA (il significato non lo so ,  la bontà è garantita)

E' tempo di fave, sono uscite le prime che ho comperato subito perchè per realizzare questo piatto è necessario trovare delle  fave tenere e piccoline.





Questa è  una ricetta del mio libro, è un piatto che si può cucinare in questo periodo perchè si utilizzano le fave fresche con tutta la buccia  e da noi viene servito come contorno . E' un piatto  molto appetitoso che ho imparato da mia zia che cucina in modo insuperabile e mi ha insegnato qualche piccolo segreto.

Per sei persone occorrono:
2 Kg di fave fresche e piccole
60 gr di  parmigiano grattugiato
un po di pane raffermo
olio extra vergine di oliva , sale ,uno spicchio di aglio
un cucchiaino  di pepe rosso macinato dolce e un pizzico di pepe rosso piccante
mezzo bicchiere scarso di aceto

Si lavano bene  le fave , si puliscono , si  toglie  il filo laterale  , quindi  si fanno bollire  in acqua salata con tutta la buccia.

Appena cotte si scolano tralasciando un poco di acqua di cottura e si  versano in una padella con un poco di olio e uno spicchio di aglio.

Si girano piano con un cucchiaio di legno e si fanno insaporire, quindi si aggiunge   un cucchiaino  di pepe rosso macinato dolce, e un pizzico  di  pepe piccante .

A parte si prepara  un po di mollica di pane, è preferibile utilizzare il pane raffermo, e si amalgama  con il parmigiano, si versa  il tutto  sulle fave e si gira con il cucchiaio finchè non si insaporisce bene,quando è pronto si aggiunge un mezzo bicchiere di aceto e si fa evaporare.

Si serve  caldo come contorno ma è buonissimo anche freddo.