Pagine

domenica 23 febbraio 2014

ADATTARE I COLORI ALLE ESIGENZE PERSONALI

 Non so se l'avete capito ma io non riesco a non fare niente.

 Non sono la classica signora che pulisce la casa e poi passa il resto della giornata a prendere il te con le  amiche o a giocare a carte.Ho tante amiche che mi invitano a giocare , facciamo il torneo di burraco?ma non ci penso proprio , io non so giocare , non so  tenere le carte in mano e non riuscirei a stare seduta  interi pomeriggi  a cercare di non farmi cadere le carte di mano.

Quindi mi devo inventare le cose da fare e allora mi dedico alle mie  marmellate, ai  saponi e devo dire con risultati eccellenti.

Qualche tempo fa sono  andata al mio paese ,nella mia casa dove ho vissuto la mia giovinezza, sono rimasta qualche giorno per dare una pulita perchè di li a giorni sarebbero arrivati degli ospiti e volete sapere  che cosa mi è venuto in mente? di tinteggiare le stanze e avevo anche deciso con quale stanza avrei iniziato e quale colore avrei utilizzato.
Quindi siccome io , alle idee faccio seguire subito i fatti, sono andata a comperare i vari pennelli, il rullo e una pittura verde chiaro.

Ho coperto il pavimento con giornali e mi sono messa subito all'opera, ma naturalmente il lavoro non è andato avanti molto e allora qualche tempo dopo sono dovuta ricorrere ad un vero professionista ed  è arrivato il novello Picasso.

Ha visto la stanza, ci siamo messi d'accordo per il prezzo, un tipetto che sicuramente sapeva fare il suo lavoro ma un gran chiacchierone.

Ha visto la pittura , per fortuna era di suo gradimento , arrivati al colore mi ha detto 
"Vedo che ha scelto il verde che è il colore 



che rappresenta l'armonia e la pace, il verde calma e rilassa, quindi avrà pensato sicuramente che ero stressata, io invece di non sapevo proprio che i colori avessero un loro significato nascosto.

Ogni tinta ha un effetto diverso sull'umore. I colori si dividono in due grandi categorie che producono effetti diversi : quelli caldi e quelli freddi.

Le tonalità calde che vanno dal giallo al rosso, sono stimolanti, non andrebbero mai usate in modo eccessivo perchè possono stimolare l'aggressività.

I colori freddi come il blu e il verde hanno l'effetto opposto, rilassano molto.

E allora se avete figli che studiano pitturate la stanza di giallo, favorisce la concentrazione. 
Di giallo si può pitturare anche la cucina perchè ha  minori effetti sul senso dell'appetito  (questo è da provare subito)

Se avete difficoltà a prendere sonno potete dipingere le pareti o anche solo il soffitto di azzurro, questo colore è molto rilassante.

Il colore rosso è il colore della vita e favorisce l'aumento della pressione quindi di rosso si pittura solo se si  ha la pressione bassa.

Se avete bimbi scatenati potete pitturare la cameretta di azzurro, l'aiuta a rilassarsi

Se vi siete appena separati i colori più caldi e vivaci aiutano a combattere la depressione e la malinconia

Per  quanto riguarda la terza età , che poi sarebbe la mia, ho prestato attenzione perchè la cosa mi riguardava da vicino, quindi secondo la teoria del mio Picasso , per me andrebbe bene un giallo o arancio nel salotto perchè sono colori stimolanti ma non troppo , non sia mai che mi metto a ballare su una gamba, invece in camera da letto un bell'azzurro aiuterebbe a fare un bel sonnellino.

Che faccio , secondo voi da domani stravolgo la mia casa in base alla teoria del mio giovane Picasso?