Pagine

giovedì 12 luglio 2012

RABBIA

Volete sapere perchè ho voluto trattare questo argomento?


Perchè questa mattina mi stava salendo proprio la cosiddetta  tramontana. Non c'è persona più squallida di chi rinnega le proprie origini, c'è gente ,miei concittadini che vanno al nord per lavoro, già dopo il primo mese acquistano l'accento del luogo che li ospita, accento perfetto come fossero nati la, dopo qualche anno si sentono proprio nordici.
Proprio questa mattina un signore sceso per le vacanze, nato in qualche paesino sperduto della Calabria, in accento perfettamente milanese, pontificava contro i calabresi, le usanze, il modo  di fare scorretto.
Ho ascotato per qualche secondo poi , con il fumo che mi usciva dalle narici, io che di inglese non ho proprio nulla, ho tirato fuori il mio sel control calabrese e mi sono allontanata,
Questo è uno di quei classici casi in cui ,una parola tira l'altra e ti puoi trovare veramente nei guai e conoscendomi avrei fatto proprio una bellissima litigata.


Questo che stiamo vivendo  è veramente  un periodo terribile ,ogni giorno la cronache sono piene di fatti veramente terribili.


I tempi sono difficili ma certi episodi non sono assolutamente giustificabili.
Sicuramente certi gesti folli sono da attribuirsi al sentimento della "Rabbia".


La rabbia è un'emozione forte che si può controllare o esprimere senza fare o farsi male.
La rabbia può esplodere in qualsiaisi momento e per qualsiasi motivo, in ufficio con i colleghi, a casa con il partner , i figli,  per strada.


Quando la rabbia monta si dicono o si fanno cose delle quali immancabilmente prima o poi  ci si pente.
L'importante è imparare a gestire questo sentimento e so che non è assolutamente facile, ci sono dei momenti in cui spaccheresti tutto quello che ti viene davanti .


Anche io sono o meglio sono stata  una aggressiva sopratutto sul lavoro, non mi piacevano i soprusi, mi davano fastidio i tipi viscidi, i cosiddetti zerbini, i voltafaccia, mi facevano proprio innervosire, col tempo sono un poco cambiata, sono riuscita a smussare gli angoli, in alcune occasioni di particolare tensione prima di rispondere contavo fino a 10 certe volte anche fino a 20.


Far valere le proprie ragioni sul posto di lavoro, anche mostrandosi piuttosto determinati fa bene alla salute stessa, perdere il controllo dei nervi e fare scenate è controproducente.
Difronte a soprusi grandi o piccoli i Fracchia sicuramente non vincono ma neppure gli impulsivi e i troppo aggressivi, anche qui la strategia migliore è la sana via di mezzo.


La rabbia è un sentimento che denota sicuramente  un'insofferenza, un malessere , quindi non bisogna reprimerla , fare uscire fuori la rabbia potrebbe preservarci da malattie come gastrite ,ulcere., basterebbe solo saperla gestire.


In alcuni casi molte controversie, molti problemi anche in famiglia con i figli, con il partner, si potrebbero risolvere parlando,discutendo esprimendo la propria opinione, sarebbe sicuramente una grossa valvola di sfogo .


Un altro gosso aiuto sarebbe praticare qualche sport tipo pugilato che secondo me riuscirebbe a scaricare tutte  le tensioni che si accumulano durante la giornata, ecco se questa mattina avessi avuto davanti quel bel sacco che hanno nelle palestre ,sicuramente mi sarei sfogata, quanti pugni avrei tirato.....