Pagine

mercoledì 25 settembre 2013

L'ITALIA S'E' DESTA?

Questa nostra Italia delle contraddizioni

-Dove i ministri guadagnano più che in tutti gli altri paesi al mondo

-Dove il nostro presidente della Repubblica guadagna più di Obama

-Dove esiste un esercito di senatori che non si capisce bene a che cosa servano

-Dove i professionisti evadono le tasse che sono invece pagate dai dipendenti, dai pensionati vale a dire dai morti di fame

-Dove il vero invalido non riesce ad avere l'invalidità o magari l'avrà dopo il decesso, mentre ce l'ha quello che ha una salute di ferro

-Dove la ricerca è demandata al buon cuore dei cittadini

-Dove i grandi eventi sono sulle spalle dei poveri cristi

-Dove un tronista, cioè , scusate,  una nullità guadagna 5 mila euro a programma, mentre un laureato è a spasso o al massimo lavoricchia o è costretto a lasciare la sua terra per trovare lavoro.

-Dove anche i nostri beni culturali che fanno parte della nostra storia millenaria sono scaricati sulle spalle dei cittadini

-Dove c'è il ricco che pasteggia a champagne fregandosene del suo simile che per difficoltà finanziarie non a lui addebitabili , si suicida

-L'Italia patria del delitto perfetto, se chi commette un delitto ha la bontà di confessare allora va bene, altrimenti campa cavallo.

-L'Italia dei qualunquisti, dei pressapochisti, degli arrivisti, dei quaquaraquà.

-L'Italia senza regole , dove anche gli ospiti invece di adattarsi alle regole, comandano e dettano le loro leggi ,vedi Crocefisso nelle scuole, presepio a Natale, cose che infastidiscono gli ospiti e noi Italiani o chi per noi non ci ribelliamo per difendere le nostre leggi, le nostre tradizioni, i nostri valori , no noi siamo magnanimi ci preoccupiamo di non infastidire gli ospiti.

-L'Italia delle parole inutili, delle decisioni mancate, oggi si , domani no, dopodomani ni.

Vorrei vedere se per un attimo si svegliasse  Garibaldi come reagirebbe nel vedere come è ridotta questa bellissima terra nelle mani di gente inetta, arrogante ,  senza principi, gente attaccata al denaro, che non riesce a capire le vere necessità del popolo, gente che si batte per il nulla.

Gente che non è riuscita a creare niente , che ha fatto e continua a fare disastri, che non riesce a fare delle riforme anzi per farle nomina altrettanti personaggi  "gli specialisti" pagati da noi e allora se non sanno fare queste cose che sono assolutamente essenziali , mi spiegate che cosa ci stanno a fare?

E noi Italiani che cosa facciamo? Niente, no , anzi ci facciamo la guerra Nord contro Sud, invece di unirci, di stare compatti contro queste nullità che non servono alla nostra terra anzi fanno solo dei danni che speriamo non siano irreversibili.

Dobbiamo alzare la testa, dobbiamo guardare oltre il colore politico, dobbiamo unirci, dobbiamo prendere decisioni comuni, dobbiamo superare questa nostra forma di servilismo , di opportunismo, di clientelismo, dobbiamo mandarli a casa prima che sia troppo tardi.








-