Pagine

mercoledì 13 novembre 2013

TONICO ALLA MENTA

Anche da noi in Calabria sembra essere arrivato l'inverno.

Oggi è stata una giornata piovosa e piuttosto freddina. Con l'arrivo del freddo la mia pelle comincia ad arrossarsi, si inaridisce, si screpola e allora sono ricorsa alla mia ricetta segreta.

Sono andata a raccogliere un po di menta che coltivo nel mio orticello al mare, insieme al basilico,  salvia, rosmarino,  prezzemolo, sedano, la citronella e vari peperoncini piccanti  rotondi, lunghi, ne ho una a forma di campanella, veramente simpatico.

Sono molto orgogliosa del mio orticello che coltivo con grande amore e utilizzo le piante per la mia cucina.

Lo sapevate che Menta era il nome di una ninfa amata da Giove che la gelosissima Giunone trasformò in questa meravigliosa erba profumata?

Le virtù della pianta sono molteplici, i cinesi anticamente la usavano per le proprietà calmanti , come sedativo della tosse.

Dopo un pasto abbondante basta sorbire una tazza di te alla menta per facilitare la digestione.

Se lo stesso tè si beve prima dei pasti ,l'appetito viene stimolato (quindi io evito di  berlo perché il mio appetito è già stimolato di suo)

Se si beve prima di coricarsi si avrà un sonno tranquillo

Contro l'alito cattivo si fanno sciacqui con decotti di menta, questi sciacqui , sotto forma di gargarismi giovano al mal di denti e alle gengive infiammate.

Per togliere la stanchezza ai piedi si può fare un bel pediluvio in acqua bollente a cui vanno aggiunte 30 foglie di menta.

Ha anche proprietà emollienti e rinfrescanti e proprio per questo ho preso le foglioline di menta e
 
le ho fatte bollire in un pentolino con un po di acqua per 20 minuti,
 
 
 li ho lasciate raffreddare, li ho scolate , filtrate e il succo messo dentro i cubetti del ghiaccio
 
 
 
e li ho riposti  nel freezer
 
 
Quando vi sentite la pelle "tirare" la vedete arrossata non c'è niente di meglio che picchiettare il viso  con un cubetto di menta.
 
Provare per credere.